LA GIAMPETRUZZI S.R.L. ADERISCE A "PULIAMO IL MONDO", MANIFESTAZIONE ORGANIZZATA DAL CIRCOLO LEGAMBIENTE DI SANTERAMO IN COLLE.

Bellezza e partecipazione sono il binomio vincente di Puliamo il Mondo, la più grande iniziativa di volontariato ambientale organizzata in Italia da Legambiente in collaborazione con la Rai. Da una parte la bellezza dell’Italia, uno dei Paesi più amati e visitati al mondo spesso sfregiato dall’incuria e dai rifiuti; dall’altra l’impegno attivo di tanti cittadini che vogliono rendere più belle e vivibili le città della Penisola. Sabato 11 ottobre, il circolo Legambiente di Santeramo aderirà alla XXII edizione di Puliamo il Mondo. Quest’anno come zona di intervento, è stato individuato il Boschetto De Nora, zona molto frequentata dai cittadini di Santeramo e che rientra parzialmente nel perimetro del Parco Nazionale dell’Alta Murgia. La stessa area qualche anno fa è già stata oggetto di un intervento di pulizia curato dal comune di Santeramo in Colle. I volontari saranno impegnati nel ripulire la zona e fare un gesto concreto a favore dell’ambiente. La Giampetruzzi srl patrocinerà l’evento provvedendo allo smaltimento delle macerie edili raccolte e selezionate. Saranno raccolte le munizioni da caccia lungo la perimetrale, saranno rimossi i rifiuti (in prevalenza plastica) lungo il muro a secco che costeggia la strada asfaltata o sul ciglio della stessa, e le macerie edili presenti lungo la via d’accesso e nello slargo al termine della strada asfaltata. Inoltre sarà creato un varco nel settore iniziale della pineta (con rimozione di alcune pietre ed arbusti) e si provvederà ad aprire la mediana delle Quite, che attraversa il ponte grande su contrada Alessandriello, per ricollegarla ai percorsi interni alla pineta. I tre ingressi che si configureranno dopo l’intervento dei volontari saranno protetti con dissuasori realizzati con paletti di legno o con alcune pietre di recupero. Il fine è quello di consentire l’accesso ciclopedonale ma non quello carrabile. L’ intervento di quest’anno si pone come obiettivo:

Il recupero in termini di decoro e di pulizia di una zona marginale (in termini di estensione) ma molto vissuta del territorio santermano;

L’informazione sul fenomeno dell’abbandono di macerie edili sul territorio;

L’informazione e sensibilizzazione sul corretto smaltimento delle macerie edili;

L’avvio di un confronto sul tema della caccia;

La prevenzione del rischio da incendio con la corretta gestione delle aree boschive;

La promozione del territorio attraverso la riapertura dei percorsi esclusivamente ciclopedonali.