D.M. 120/2014: NUOVE REGOLE PER L'ISCRIZIONE, IL RINNOVO E LA PERMANENZA DELLE IMPRESE NELL'ALBO NAZIONALE GESTORI AMBIENTALI

Dopo 16 anni, il 7 settembre scorso è stato archiviato il Dm 406/1998. Il nuovo regolamento dell’Albo (Dm 120/2014) ha introdotto profondi cambiamenti, tra i quali la semplificazione amministrativa e la qualificazione delle imprese iscritte.

Grazie agli snellimenti effettuati, gli operatori non devono più comunicare le modifiche anagrafiche al Registro imprese, inoltre è previsto l’accorpamento delle categorie di iscrizione. Per esempio, gli iscritti alle categorie 4 e 5 possono trasportare rifiuti prodotti da se stessi o i Raee senza dover richiedere ulteriori iscrizioni.

Con il nuovo decreto viene anche disciplinata la trasmissione delle domande e delle comunicazioni, per il rinnovo invece sarà sufficiente che l’impresa interessata presenti un’autocertificazione che confermi i requisiti previsti per l’iscrizione.

L’attestazione di idoneità degli automezzi è redatta e sottoscritta dal Responsabile tecnico dell’impresa, pertanto decade l’obbligo di dimostrarla con perizia redatta e giurata da un professionista. 
Quella del Responsabile tecnico diventa quindi una figura chiave, il cui aggiornamento professionale sarà verificato ogni 5 anni, in base ai criteri dettati dal Comitato nazionale dell’Albo.