ADDIO IMU, ARRIVA LA TRISE!!!

Tra i provvedimenti previsti dalla bozza della Legge di Stabilità 2014 compare la TRISE, la nuova imposta per il riordino del sistema di tassazione locale, in linea con gli standard europei, che andrà direttamente nelle casse dei Comuni. Il nuovo tributo è articolato in due tasse:

"           TARI, la tassa che serve a coprire i costi del servizio di raccolta rifiuti, che andrà a sostituire la vecchia Tares;

"           TASI, la tassa sui servizi indivisibili offerti dai Comuni.

In particolare, la TARI è sostenuta da chi occupa l'immobile ed è calcolata in base ai metri quadrati o alla quantità di rifiuti, mentre la TASI è calcolata sul valore catastale ed è pagata dai proprietari.

Nel caso di immobili affittati il conduttore partecipa per una piccola quota, tra il 10 e il 30%.

Per la parte riferita ai servizi indivisibili, per il 2014 l'aliquota massima è fissata al 2,5 per mille.

 

CI SALVI CHI PUO’